Procedimenti in corso

Tutti i procedimenti di formazione che interessano gli atti di governo del territorio dove il Garante si inserisce con la sua attività. Qui di seguito si riportano le fasi dei procedimenti dall'adozione fino all'approvazione con i passaggi intermedi.

  • VARIANTE SEMPLIFICATA AL REGOLAMENTO URBANISTICO – MODIFICA DI VIABILITÀ DI PROGETTO IN LOCALITÀ S.P.PALAZZI, DELLE SCHEDE D14a, D23, D94 a,b,c E DELL’ART.22 COMMA 2.1. ADOZIONE.

L’obiettivo della variante consiste nell’apportare modifiche puntuali all’interno del perimetro del territorio urbanizzato così come definito dall’art.224 della LR 65/2014 e s.m.i., rettificare una non corretta definizione e i contestuali riferimenti alla stessa nell’ambito delle norme di piano, il tutto non modificando la disciplina del RU vigente;

La variante in oggetto risulta essere “semplificata” ai sensi dell’art.30 comma 2 della LR 65/2014 e s.m.i. e pertanto, ai sensi dell’art 16 comma 1 lettera e della LR 65/2014 e s.m.i., non è soggetta all'avvio del procedimento di cui all'art. 17 della suddetta legge e la stessa non necessita di nuove indagini geologico tecniche in quanto propone modifiche alle disposizioni normative che non comportano cambiamenti delle condizioni di pericolosità o fattibilità, ai sensi DPGR 25 ottobre 2011 n. 53/R e che, pertanto, si è proceduto al deposito della certificazione dell’esenzione dall’effettuazione delle indagini geologico-tecniche presso Ufficio del Genio Civile di Livorno.

La variante è stata sottoposta a procedura semplificata di verifica di assoggettabilità in applicazione delle disposizioni di cui all’art.5 comma 3 ter della LR 10/2010 e s.m.i.. Vista la relazione motivata redatta dal Tesponsabile del procedimento ai sensi dell’art.5 comma 3 ter, con provvedimento n.237 del 21.03.2018 del Presidente del NUV si è disposto di formalizzare la conclusione del procedimento relativo alla verifica di assoggettabilità semplificata alla procedura di VAS della variante in oggetto dando atto della non assoggettabilità.

Il Consiglio Comunale ha approvato con delibera n.10 del 23.03.2018 la variante in oggetto.

Relazione motivata VAS - Provvedimento NUV - Relazione responsabile del procedimento - Rapporto garante 

 

  • PEBA "PIANO PER L'ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

In data 1/3/2018 alle ore 17.30 sarà presentato c/o la Sala Consiliare Comunale, il PEBA “Piano per l’eliminazione delle Barriere Architettoniche” redatto in base all’incarico esterno assegnato dall’Amm.ne C.le.

I lavori, iniziati nel 2016, si sono conclusi dopo una serie di incontri partecipativi con le varie associazioni interessate.

Il piano viene presentato alla cittadinanza prima dell’approvazione definitiva in Consiglio C.le e dopo il passaggio nella seconda commissione consiliare.

Il piano prevede un’indagine conoscitiva del territorio e delle criticità che questo presenta in materia di accessibilità, sia con riguardo ai percorsi esterni, sia per quanto attiene agli edifici pubblici e di uso pubblico.

Il progetto, oltre a fornire un quadro dettagliato delle difficoltà inerenti l’accessibilità del territorio, evidenzia anche una classificazione delle priorità e categorie di interventi, stimandone anche i costi di massima in modo da favorire le scelte dell’Amm.ne C.le anche su base economica.

http://www.comune.cecina.li.it/categorie/pianificazione-urbanistica/piano-leliminazione-delle-barriere-architettoniche-peba

 

 

- AGGIORNAMENTO DEL QUADRO CONOSCITIVO DEL REGOLAMENTO URBANISTICO (vedi relazioneai sensi dell'art. 21 L.R.T. 65/2014. Il Consiglio comunale con la delibera n. 54 del 28.07.2017 ha approvato l'aggiornamento citato al fine di adeguare la cartografia vigente della tavola G8b - relativa alla pericolosità idraulica del territorio comunale nella zona tra fosso del Gorile, Fosso della Cecinella e nuovo collettore Cecina sud. L'avviso dell'aggiornamento andrà in pubblicazione sul BURT del 23.08.2017. Ulteriori info sul sito del Comune a Regolamento Urbanistico.

- Pubblicato sul Burt del 23.08.2017 n. 34 l'avviso del deposito degli atti presso la Segreteria Amministrativa a libera visione del pubblico e l'avvenuta trasmissione della deliberazione agl ienti competenti.

 

FASE DELL'ADOZIONE

- Il Piano è stato adottato con delibera consiliare n. 86 del 30.11.2017

- Nel periodo di osservazione al piano, al termine dei 30 giorni stabiliti, sono pervenuti n.6 contributi. Nell’ambito del procedimento di Vas, al termine dei 60 giorni stabiliti, sono pervenuti, n.4 pareri/contributi. L’amministrazione procederà alla valutazione dei contributi pervenuti nelle more dell’approvazione del Piano attraverso la redazione di un apposito documento di controdeduzione. A seguito delle correzioni/modifiche apportate, il Piano verrà inviato alla Regione Toscana che provvederà all’indizione della prevista Conferenza Paesaggistica.

- Con Determina Dirigenziale n° 324 del 12.04.2018 il Nucleo Unificato di Valutazione quale Autorità competente in materia di valutazione ambientale strategica ai sensi dell’art. 4 della L.R.T. 10/2010 ha espresso PARERE MOTIVATO FAVOREVOLE CON PRESCRIZIONI, ai sensi dell’art.26 LR 10/2010 e smi., riguardo al procedimento di Valutazione Ambientale Strategica relativo al Piano Particolareggiato della Costa e degli Arenili.

- Con Determina Dirigenziale n.332 del 16.04.2018 si è preso atto della documentazione quale risultante delle controdeduzioni alle osservazioni pervenute a seguito dell’adozione e dal recepimento delle prescrizioni dei pareri nell’ambito del procedimento di VAS/VINCA ai fini della trasmissione ai soggetti competenti per l'indizione dell'apposita Conferenza Paesaggistica. Il materiale è consultabile alla pagina: http://www.comune.cecina.li.it/categorie/pianificazione-urbanistica/piano-particolareggiato-della-costa-degli-arenili

- Relazione del Garante del 27 ottobre 2017

- Aggiornamento e integrazione Relazione Garante al 29 novembre 2017

- Parere Motivato VAS

- Determina Dirigenziale n.332 del 16.04.2018

 

La variante della vigente scheda C19 si riferisce alla zona di San Pietro in Palazzi nell'area compresa tra la fornace Nencini Laterizi e la ferrovia Cecina-Saline. Trattasi di una riperimetrazione e stralcio della suddetta scheda (NUOVA C19)  (data l'incertezza ad oggi di poter prevedere i tempi del Piano attuativo di iniziativa privata per l'attuazione degli interventi) al fine di andare a realizzare, quanto prima, il tratto di strada (o parte di esso) di primaria importanza per la nuova area artigianale/commerciale di San Pietro in Palazzi. La variante semplificata della scheda interessando i Beni paesaggistici è sottoposta a procedura di adeguamento al PIT/PPR e dovrà quindi acquisire il parere della Conferenza paesaggistica; mentre il NUV ha deliberato la non assoggettabilità a VAS.

FASE DELL'ADOZIONE

Il Consiglio Comunale con delibera n.101 del 28.12.2017 ha adottato la Variante Semplificata al Regolamento Urbanistico - Modifica della scheda urbanistica C19. L'avviso di deposito degli atti relativi all'adozione della variante è stato pubblicato sul BURT n.4 PARTE II del 24.01.2018. Al termine dei trenta giorni decorrenti dalla data di pubblicazione sul BURT non sono pervenute osservazioni alla Variante.