Prenota vaccini: Comune Amico
EMERGENZA CORONAVIRUS

Prenotazioni vaccini sul portale regionale: il Comune Amico offre assistenza

Lun, 22 Marzo 2021

Gli operatori del Comune Amico sono a disposizione dei cittadini, soprattutto delle persone anziane che da sole hanno difficoltà, per offrire un supporto alla registrazione sul portale regionale delle vaccinazioni. Sarà necessario avere con sé il proprio numero di cellulare, un indirizzo email e la tessera sanitaria. Gli operatori sono a disposizione anche per aiutare a comprendere quali siano le categorie per le quali sono state aperte le vaccinazioni e informazioni su come registrarsi. "Sono molte - spiega il sindaco Lippi - le persone, soprattutto anziani, che in questi giorni si sono rivolti alla nostra Unità di Crisi e ai nostri uffici per avere informazioni e un aiuto concreto per la registrazione on line. Abbiamo quindi deciso di mettere a disposizione il Comune Amico. In questo momento la priorità è la campagna vaccinale e facciamo tutto ciò che che possiamo per promuoverla e incentivarla". 

Si ricorda che il Comune Amico è uno sportello di informazione al servizio del cittadino che si trova al piano terra di piazza Carducci – nuova sede comunale ex scuole Guerrazzi e che osserva un orario ampliato su sei giorni alla settimana dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18 (continuativamente) e il sabato mattina dalle ore 9 alle ore 12.30. Telefono 0586611227.

Cliccare qui per accedere direttamente al portale delle vaccinazioni.

Chi può vaccinarsi:

  • Persone nate dal 1941 al 1951 (che non hanno compito ad oggi 80 anni): sono aperte le prenotazioni, in funzione delle forniture di vaccino e delle dosi di volta in volta disponibili, per la vaccinazione anti Covid-19 con il vaccino AstraZeneca escluso le persone con elevata fragilità (persone estremamente vulnerabili; disabilità grave).
  • Persone con elevata fragilità (che non hanno compiuto 80 anni ad oggi): dal 23 marzo alle ore 19:00 le persone estremamente vulnerabili affette da specifiche patologie definite dal Piano Nazionale (tabella 3), o le persone portatrici di disabilità gravi, ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3 (tabella 4),che abbiano già effettuato la registrazione e ricevuto tramite sms il codice di prenotazione possono prenotare la vaccinazione sul portale fino ad esaurimento delle dosi attualmente disponibili (15 mila dosi a fronte di circa 80 mila registrazioni). Le persone che hanno dichiarato di essere impossibilitati a muoversi riceveranno un sms che conferma la presa in carico della richiesta e verranno ricontattati per la vaccinazione a domicilio. Coloro che in fase di registrazione non hanno potuto indicare un codice di esenzione,    compilare altri campi o hanno lasciato domande incomplete, riceveranno un sms di conferma della presa in carico della richiesta. Essendo situazioni che necessitano di una verifica non possono usufruire di questa prima finestra di prenotazioni. Se l’esito risulterà positivo, riceveranno un nuovo sms di aggiornamento in occasione delle prossime aperture delle agende di prenotazione. 

Per i caregiver o conviventi delle persone affette da patologie per le quali è prevista anche per loro la vaccinazione, verrà aperto successivamente un nuovo canale sul portale per eseguirla con il vaccino AstraZeneca. 
Per coloro che sono già stati contattati dalle aziende sanitarie per la somministrazione del vaccino rimane valido l’appuntamento.
 

  • Personale scolastico e forze dell'ordine: dal 9 febbraio sono aperte le prenotazioni, in funzione delle forniture di vaccino e delle dosi di volta in volta disponibili, per la vaccinazione anti Covid-19 con il vaccino AstraZeneca attualmente disponibile, SOLO per le seguenti categorie: 

Personale scolastico e universitario, docente e non docente, di ogni ordine e grado di età compresa tra 18 e 80 anni (non compiuti), purché in servizio attivo.
Forze Armate e di Polizia (Forze Armate, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Polizie Locali, ecc.) di età compresa tra 18 e 80 anni (non compiuti), purché in servizio attivo.

Sarà possibile prenotare sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it, e la vaccinazione avverrà recandosi presso uno dei punti vaccinali della regione tra quelli proposti in fase di prenotazione.

  • Persone con più di 80 anni: le persone con più di 80 anni saranno contattate personalmente dal proprio medico di famiglia che comunicherà loro il giorno e il luogo della vaccinazione. Per chi è impossibilitato a muoversi la vaccinazione sarà effettuata al domicilio.
  • Personale sanitario e socio-sanitario e delle Rsa: Procede regolarmente la vaccinazione per tutti gli operatori sanitari e socio-sanitari e del personale delle Rsa che hanno già effettuato la pre-adesione. Le prenotazioni vengono aperte in relazione alla quantità e alle tempistiche delle forniture e si effettuano sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it. Per chi non avesse ancora effettuato la pre-adesione verranno aperte nuove finestre appena possibile.
  • Ospiti delle Rsa: Procede regolarmente ed è prossima alla conclusione la vaccinazione degli ospiti delle Rsa toscane.

DI SEGUITO RIPORTIAMO LE FAQ DELLA REGIONE TOSCANA:

Chi rientra nella categoria dell’elevata fragilità?

Con “elevata fragilità” si intendono le persone “estremamente vulnerabili” con patologie, incluse nelle aree di patologia Categoria A e Categoria B (per gli allegati clicca qui), e le persone portatrici di disabilità gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3, come da raccomandazioni ministeriali (Approvazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da Sars-CoV-2 ,costituito dal documento recante «Elementi di preparazione della strategia vaccinale», di cui al decreto 2 gennaio 2021, nonché dal documento recante «Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti Sars-CoV-2/Covid-19» del 10 marzo 2021 - GU Serie Generale n.72 del 24-03-2021).

Che tipo di vaccino viene utilizzato?

Per il momento Moderna.

A cosa serve la registrazione?

A far parte del registro vaccinale regionale delle persone con elevata fragilità, per avere gli elementi per organizzare al meglio la loro vaccinazione (anche a domicilio) e non escludere nessuno da questo filone prioritario di vaccinazione. Chi vi accede dovrà indicare la propria patologia, l’eventuale codice di esenzione, presso quale eventuale struttura è in cura (ospedale, centro specializzato o altro), se si può spostare da casa, e altre informazioni utili alla personalizzazione del migliore percorso vaccinale possibile.

Perché la registrazione è attualmente chiusa?

Perché siamo entrati nella fase di prenotazione e vaccinazione (in funzione della disponibilità di vaccini). La registrazione sarà riaperta in seguito.

Quali sono le aree di patologia per le quali le persone estremamente vulnerabili vengono contattate direttamente dalle aziende sanitarie?

Le persone estremamente vulnerabili con le patologie incluse nelle aree di patologia Categoria A.

Per queste aree di patologia le persone saranno contattate direttamente dalle strutture sanitarie di riferimento e non devono fare alcuna prenotazione sul portale (anche se hanno già ricevuto sms con codice).

Chi si potrà prenotare alla riapertura delle prenotazioni?

Le persone estremamente vulnerabili già registrate con le patologie che rientrano nella Categoria B e le persone portatrici di disabilità gravi, ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3, potranno prenotare la vaccinazione sul portale regionale e riceveranno un nuovo sms, quando si riaprono le agende per la prenotazione per fissare il proprio appuntamento.

Qual è la differenza tra codice di sicurezza (OTP) e codice di prenotazione e cosa devo farci?

Il codice di sicurezza (OTP) è un codice di sei cifre per garantire l’identità della persona. Il codice di prenotazione a 8 cifre serve, invece, per entrare nel portale e prenotare il proprio appuntamento.

Io mi sono registrato avendone diritto, ma non ho ricevuto ancora il messaggio con il codice di prenotazione, cosa devo fare?

Riceverai il codice di prenotazione, quando verranno riaperte le prenotazione in relazione alle dosi che saranno rese disponibili per la Toscana

Chi ha ricevuto il codice sms, ma ha già ricevuto la prima dose, cosa deve fare?

Ignorare il messaggio con il codice e presentarsi per il richiamo (seconda dose) nella data e nel luogo previsti.

Cosa significa quando c’è scritto “chiuso” sulle categorie del portale?

Il portale è chiuso, quando sono temporaneamente sospese le prenotazioni in attesa delle nuove forniture di vaccino per la Toscana.

Quando riapre il portale per le prenotazioni?

Il portale apre quando sono disponibili nuove dosi di vaccino per la Toscana, destinate alla categoria di riferimento.

Per i fragili minorenni, dai 16 anni in su, quanto c’è da aspettare?

Per il momento l’unico vaccino autorizzato per i minori dai 16 anni in su è Pfizer. Le vaccinazioni con Pfizer di questa categoria di minori inizieranno dal 25 aprile, quando ci saranno maggiori dosi disponibili.

Se non possono essere vaccinati i minori fino ai 16 anni, possono essere vaccinati i loro genitori/tutori/affidatari?

Sì. I genitori/tutori/affidatari di minori fino a 16 anni (con gravi patologie e/o disabilità), a oggi non vaccinabili in virtù della loro età, che si sono già registrati sul portale regionale vengono contattati dalle aziende sanitarie.

E per gli altri conviventi e/o caregiver?

Per tutti gli altri conviventi e/o caregiver delle persone con patologie per le quali il piano nazionale ne prevede la vaccinazione (Categoria A e Categoria B), già registrati sul portale, verrà aperto successivamente un nuovo canale di prenotazione.

A questi soggetti verrà somministrato il vaccino AstraZeneca, in relazione alla quantità di forniture che la Toscana riceverà.

E per le persone estremamente vulnerabili impossibilitate a muoversi?

Le persone estremamente vulnerabili e/o con disabilità gravi, che hanno dichiarato in fase di registrazione di essere impossibilitate a muoversi, vengono contattate dalle aziende sanitarie territoriali e vaccinate a domicilio. 

Una persona estremamente vulnerabile con più di 80 anni da chi viene contattata per la vaccinazione?

Verrà contattata dal proprio medico di famiglia e/o dalla struttura sanitaria da cui è seguita.

Perché la malattia della quale sono affetto non è indicata per la prenotazione dei vaccini, destinati agli estremamente vulnerabili?

Se non è indicata è perché non è stata inclusa dal Governo nel piano nazionale, al quale dobbiamo attenerci.

Le persone con grave obesità (BMI>35) appartengono alla categoria di estremamente vulnerabili, ma le persone anoressiche no: perché queste ultime non sono inserite?

Perché la patologia non è stata inclusa dal Governo nel piano nazionale, al quale dobbiamo attenerci.

Per i malati di Alzheimer e le persone con demenza non è prevista alcuna priorità?

Le gravi patologie in questa fase sono indicate dal piano nazionale del Governo. Per le persone con altre patologie le vaccinazioni proseguono in ordine di età.