immagine fuochi d'artificio
Un'ordinanza ne proibisce l'uso nei luoghi più frequentati

Divieto di fuochi d'artificio, petardi, razzi e mortaretti nelle aree e vie pubbliche

Gio, 22 Dicembre 2016
Il divieto non riguarda le aree private o là dove è stata concessa una deroga specifica

L’ordinanza si riferisce a tutti quegli articoli pirotecnici (fuochi d’artificio, petardi, razzi e mortaretti) con effetto di scoppio, a miccia o a sfregamento. Sono esclusi dal divieto tutti quei prodotti che hanno il solo effetto di luce e colore. Inoltre l’amministrazione comunale su richiesta scritta e motivata in occasione di particolari manifestazioni può concedere deroghe. L’ambito di interesse dell’ordinanza è soprattutto rivolto a quelle aree e vie pubbliche del territorio comunale maggiormente deputate all’incontro delle persone come: piazze, aree verdi, parchi pubblici dedicati al gioco dei bambini o le aree riservate allo sgambo degli animali, e là dove per tradizioni storiche, sociali e ed economiche si svolgono manifestazioni ed eventi pubblici; quindi anche nel corso della festa del Capodanno in piazza, prevista per il 31 dicembre, è proibito utilizzare botti e altri articoli corrispondenti alle categorie sopra specificate. Chi non rispetterà queste disposizioni potrà incorrere in sanzioni amministrative da 25 fino a 500 euro e se commesse nelle vicinanze di animali o aree giochi per bambini (altalene, scivoli, playgrounds ecc) parchi e piazze la multa minima sale a 75 euro. L’ordinanza non riguarda le aree private.