Ippovia

Punto di partenza: Fiume Cecina
Punto di arrivo: Campo di Sasso (Bolgheri)
Tempo di percorrenza: circa 5 ore
Distanza: 24 km circa fino a Campo di Sasso; 28 km fino a Bolgheri.
Tipo di strada: prevalentemente carrareccia con tratti di sentiero; asfalto: attraversamenti e circa 500 metri tra Casale Marittimo e Bibbona su Via della Camminata.

D1
Dal guado del fiume Cecina si passa nei pressi di Casa Poggiali e, poco dopo aver incontrato una fonte, si entra nella zona boscosa del Poggio Scornabecchi. Il tracciato valica il poggio per poi scendere dalla parte opposta fino al punto di attraversamento della Via del Poggetto, strada asfaltata di collegamento tra Cecina e Guardistallo. Si prosegue nel bosco entrando nella proprietà di Poggio Gagliardo: qui il paesaggio cambia improvvisamente regalando una spettacolare vista sui vigneti dell’azienda vitivinicola Poggio Gagliardo di Montescudaio. Lasciati i vigneti il sentiero prosegue lungo il corso del torrente Linaglia transitando nei pressi di un suggestivo laghetto artificiale, luogo consigliato per un pic-nic. Poco dopo, attraversando il bosco, si raggiunge la strada asfaltata che collega Cecina con Casale Marittimo. Si piega a destra e percorsi circa 20 m di asfalto si gira a sinistra imboccando una strada bianca fino a un gruppo di case; da qui si prosegue su sentiero immersi in un bosco di lecci, ornelli e roverella. Si costeggia per un tratto il Fosso delle Tane e, oltrepassato un ponticello, si risale su una strada bianca fino a raggiungere l’agriturismo Il Poggio, sulla Via della Camminata, punto di ristori per cavalli e cavalieri. Si costeggia l’asfalto per circa 500 metri in direzione sud (verso Bibbona), imboccando la prima deviazione che si incontra sulla sulla sinistra: la sterrata risale verso le colline entrando nella tenuta del Campigallo, di proprietà di Oliviero Toscani, famoso fotografo e allevatore di Quarter Horse. Da qui si prosegue in salita entrando nella Riserva Naturale Biogenetica “Macchia della Magona”, un’area di 1.650 ettari con oltre 30 km di strade chiuse al traffico motorizzato, e proseguendo sulla strada bianca fino al Passo del Terminino, crocevia di riferimento per molti itinerari all’interno della Riserva Naturale. Da qui si raggiunge in circa un’ora il Podere Santa Maria, importante punto tappa o sosta per cavalli e cavalieri che offre anche l’assistenza tecnica di mascalcia. L’Ippovia prosegue su strada bianca attraverso l’area protetta della Macchia della Magona seguendo la sinistra orografica del Botro Grande immersi nella fitta vegetazione in direzione sud verso il Podere Campo di Sasso. Da qui si consiglia di proseguire alla volta di Bolgheri passando per Campo al Bastaio. Il borgo merita una visita e offre la possibilità di ristoro. 

Consulta la cartina

MAGGIORI INFORMAZIONI: Visit Costa degli Etruschi

 

Allegati: