Residenza

DAL 9 MAGGIO 2012 NUOVE E PIU' VELOCI MODALITA' PER IL CAMBIO DI RESIDENZA
Legge 4 Aprile 2012 n. 35  

Con la circolare n. 9/2012 del 27 aprile 2012 il Ministero dell'interno ha fornito importanti chiarimenti sulle novità in materia di iscrizioni anagrafiche e cambi di residenza introdotte dal Decreto Legge n. 5/2012  [Link esterno] convertito dalla Legge n. 35/012  [Link esterno] , anche per quanto riguarda gli accertamenti delle dichiarazioni e le conseguenze degli esiti negativi.

Obiettivi:

consentire l'effettuazione del cambio di residenza con modalita' telematica;
produrre immediatamente, al momento della dichiarazione, gli effetti giuridici del cambio di residenza in modo da evitare i gravi disagi e gli inconvenienti determinati dalla lunghezza degli attuali tempi di attesa.

I cambi di residenza tra Comuni diversi sono circa 1.500.000 all'anno.

Per cambio di residenza si intendono sia il cambio di indirizzo nell`ambito dello stesso comune, sia il trasferimento da/in altri comuni italiani o esteri.

Documenti da presentare

Documento di identità, codice fiscale, estremi relativi a patenti e targhe di mezzi di proprietà di ogni componente del nucleo familiare che intende trasferirsi; la variazione di indirizzo sulla patente di guida e carta di circolazione avviene d’ufficio, dietro comunicazione da parte dell’ufficio anagrafe alla motorizzazione civile.

I cittadini extra-comunitari dovranno esibire il permesso di soggiorno in corso di validità ed il passaporto.

I cittadini comunitari dovranno esibire la documentazione richiesta in base al Decreto Legge n° 30 del 6.2.2007.

Tempistica

La pratica sarà perfezionata dopo gli accertamenti effettuati dai competenti uffici.

La nuova residenza è valida dal momento della richiesta.

Adempimenti

Il cambio di residenza deve risultare su patente, carta di circolazione contrassegno di identificazione del ciclomotore, codice fiscale. 

Da non dimenticare la comunicazione del nuovo indirizzo ai gestori di luce, acqua, gas e telefono con i quali si sia stipulato un contratto di fornitura.

Dove rivolgersi 

Per ottenere la residenza ci si deve rivolgere all`ufficio ANAGRAFE del comune in cui si vuole stabilire la residenza.

ATTENZIONE: il comma 4 prevede che, in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace oltre alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza.