Foce del fiume Cecina

L'Area Naturale Protetta di Interesse Locale del Fiume di Cecina abbraccia l'ultimo tratto del corso del fiume. Le aree limitrofe alla città sono state interessate sin da tempi lontani dall'attività dell'uomo, con la realizzazione di un impianto industriale cinquecentesco detto "Magona del Ferro", non più attivo da tempo. Le aree ancora naturalisticamente intatte sono caratterizzate dalla presenza di canneti, zone umide e da formazioni ripariali, aree ideali per numerose specie di volatili.