Tipologie di procedimento

Privacy: i dati personali sono riutilizzabili in termini compatibili con gli scopi per i quali sono raccolti e nel rispetto delle norme sulla protezione dei dati personali.

compostore

Al fine della riduzione della produzione di rifiuti si promuove il riutilizzo dei rifiuti organici mediante l’effettuazione da parte dei cittadini interessati di effettuare il compostaggio domestico.
A tale scopo il comune distribuisce ai cittadini delle apposite compostiere
I COMPOSTER PER RECUPERARE LA FRAZIONE ORGANICA 
I COMPOSTER favoriscono il processo di compostaggio naturale con il quale è possibile il riutilizzo della frazione organica dei rifiuti costituita da scarti di cucina e rifiuti verdi dell'attività di giardinaggio.
Il COMPOSTAGGIO sfrutta il processo naturale di decomposizione aerobica della sostanza organica e della sua conseguente trasformazione in inorganica, ottenendo un ottimo prodotto fertilizzante, il COMPOST.
Il compost si utilizza come ammendante per il terreno (sostanza che migliora le caratteristiche del terreno) in grado di sostituire a tutti gli effetti la torba, quindi è ottimo per il giardinaggio e per la coltivazione degli orti.
Adempimenti:
ritiro presso l'ufficio
MODALITA’ CON LE QUALI GLI INTERESSATI POSSONO OTTENERE LE INFORMAZIONI E UFFICIO COMPETENTE: 
Modalità di accesso: sportello, telefono, posta elettronica

Richiesta compostore

denuncia di nascita

Separazione e divorzio (artt. 6 - 12 D.L. 132/2014)

Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 29/10/2021

Accesso agli atti

Descrizione del procedimento

Il diritto di accesso agli atti amministrativi è disciplinato dalla L.241/90 e s.m.i e dal relativo regolamento D.P.R. 184/2006.
Ai sensi dell’art. 25 della L. 241/90, il diritto di accesso si esercita nei modi e nei limiti indicati dalla suddetta legge, mediante esame ed estrazione di copia dei documenti amministrativi materialmente esistenti al momento della richiesta.
La richiesta di accesso ai documenti deve essere adeguatamente motivata. Il richiedente deve indicare gli estremi del documento oggetto della richiesta ovvero gli elementi che ne consentano l'individuazione, specificare e, ove occorra, comprovare l'interesse connesso all'oggetto della richiesta, dimostrare la propria identità e, ove occorra, i propri poteri di rappresentanza del soggetto interessato.
Modalità di presentazione
La richiesta di accesso, può essere presentata:
  1. in formato cartaceo mediante consegna all'ufficio protocollo o spertello "comune amico"

  2. tramite PEC all'indirizzo: protocollo@cert.comune.cecina.li.it

Responsabile del procedimento
Responsabile del procedimento di accesso è il dirigente, il funzionario preposto all'unità organizzativa o altro dipendente addetto all'unità competente a formare il documento o a detenerlo stabilmente.
la riferibilità formale è all'ufficio segreteria amministrativa
Termini procedimentali
Il procedimento è disciplinato dal D.P.R. 184/2006.
Ricevuta la richiesta di accesso, se vengono individuati controinteressati, ne deve essere data comunicazione agli stessi, mediante invio di copia con raccomandata con avviso di ricevimento, o per via telematica per coloro che abbiano consentito tale forma di comunicazione.
Il procedimento di accesso deve concludersi nel termine di trenta giorni, ai sensi dell'articolo 25, comma 4, della L. 241/90, decorrenti dalla presentazione della richiesta all'ufficio competente.
Ove la richiesta sia irregolare o incompleta, l'amministrazione, entro dieci giorni, ne da' comunicazione al richiedente con raccomandata con avviso di ricevimento ovvero con altro mezzo idoneo a comprovarne la ricezione. In tale caso, il termine del procedimento ricomincia a decorrere dalla presentazione della richiesta corretta.
In ogni caso, la copia dei documenti è rilasciata subordinatamente al pagamento degli importi dovuti ai sensi dell'articolo 25 della legge secondo le modalità determinate dall’amministrazione. Su richiesta dell'interessato, le copie possono essere autenticate.
Potere sostitutivo
Il soggetto con potere sostitutivo in caso di inerzia del responsabile del procedimento (Decreto legge n. 5/2012, convertito in Legge n. 35/2012) è stato individuato con delirazione della G.C. N° 137/27.09.2013 :
  • in caso di inerzia del funzionario incaricato del procedimento, in coerenza con l’art. 29 comma 1 lett l) del vigente regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi, sarà il dirigente ad attivare il procedimento sostitutivo;
  • in caso di inattivazione del Dirigente, sarà il Dirigente del Settore Segreteria Amministrativa, nel cui ambito di attività è ricondotta la gestione degli “atti Amministrativi”, che procederà in sostituzione;
  • per gli atti di competenza del Dirigente del Settore Segreteria Amministrativa , in caso di inerzia il potere sostitutivo è attribuito al Segretario Generale.
Requisiti
Il diritto di accesso ai documenti amministrativi è esercitabile da chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento del quale è richiesto l'accesso.
Modulistica
  

 

AllegatoDimensione
PDF icon potere sostitutivo147.86 KB
Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 01/01/2021

tipologie di procedimento per settore

Data di rimozione del documento dalla visione pubblica: 28/10/2021